Al3Mura per Amatrice, inizia il conto alla rovescia

Mancano ormai sette giorni all’inizio di Al3Mura per Amatrice. Come ha scritto ieri Susanna Tartari in un post che preannunciava il fatidico conto alla rovescia, non è stata un’impresa facile. In Italia non è mai facile operare nel mondo della cultura indipendente, promuovendo artisti che non godono delle potenti risonanze dei potenti media, delle recensioni che accreditano, che legittimano, che formano le blasonate nomenclature dell’arte. Scegliere una strada impervia come la nostra, significa non avere un congruo potere contrattuale, quello che può permetterti di bussare alle porte degli sponsor senza il timore che quelle porte ti vengano sbattute in faccia. C’è stato un momento in cui Al3Mura per Amatrice ha rischiato seriamente la defezione, e se non fosse stato per le tante contribuzioni volontarie giunte da ogni parte d’Italia, per l’impagabile impegno di Mario Sanna e della sua associazione “Il sorriso di Filippo”, se non ci fosse giunto il sostegno dalla Spagna dell’associazione Etc., il conto alla rovescia, oggi, avrebbe avuto ben altro epilogo.
Tra sette giorni Amatrice avrà il suo festival e sarà il festival dell’allegria, sentimento che è negli occhi e nelle mani e nelle gambe e nel cuore degli artisti di strada entrarti a far parte della nostra grande famiglia. Sarà il festival della musica: quella irlandese, quella klezmer, quella dell’otre. Sarà il festival della cultura indipendente. Sarà il festival della resistenza, perché Amatrice ritorni presto a essere uno dei borghi più belli d’Italia.

Bartolomeo Smaldone

Presidente Movimento Culturale Spiragli

Author: Spiragli

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *